La pianificazione della produzione è un processo complesso che coinvolge diverse funzioni e risorse in azienda e deve ragionare su previsioni a lungo periodo.

Secondo il modello HPP (Hax, Meal, 1975), il processo di pianificazione della produzione  prevede due livelli, tattico e operativo. Il livello esecutivo è invece gestito dall’attività di schedulazione della produzione o “programmazione esecutiva”.
Gli elementi che costituiscono un piano di produzione si possono suddividere in due parti: il Master Planning (che comprende il piano aggregato di produzione, detto anche Sales & Operations Planning, e il Piano Principale di produzione o Master Production Schedule con le relative verifiche di fattibilità) e il Detailed Planning (costituito dal MRP e dalla schedulazione della produzione).

Schema Hierarchical Production Planning

Le funzioni e i ruoli aziendali che intervengono nel processo di pianificazione della produzione sono molteplici. Tra i principali ruoli chiamati in causa vi sono il responsabile di produzione e il responsabile della programmazione della produzione.

Il Responsabile della produzione

E' colui che pianifica, controlla e coordina l’attività produttiva in una logica di ottimizzazione delle risorse (umane, economiche e tecnologiche) impegnate. Dirige in modo integrato azioni strategiche, progettuali, organizzative e di gestione delle aree produttiva e logistica. All’interno di un’organizzazione il direttore della produzione è la persona che ha la visione più completa delle potenzialità strumentali e costituisce il punto di raccordo dei vari reparti. È la figura di riferimento per l’industrializzazione del prodotto e crea i collegamenti tra i vari reparti con l’obiettivo di aumentare i livelli di produttività.

Il responsabile di produzione si occupa di:

  • pianificare e realizzare le fasi produttive sulla base delle esigenze delle funzioni commerciali decidendo i tempi e i metodi della produzione stessa
  • coordinare le attività logistiche e di magazzino, garantendo il monitoraggio del livello delle scorte dei prodotti e dei materiali necessari ai processi produttivi
  • verificare lo stato di funzionamento dei macchinari e delle strumentazioni
  • pianificare, organizzare e gestire le risorse umane del settore produzione, in relazione ai flussi produttivi
  • collaborare alla redazione dei budget di produzione ed è responsabile del contenimento dei costi del settore di sua competenza
  • stabilire il calendario operativo, in base al quale tutti i comparti organizzano le attività i tempi e le risorse da impiegare.

(Fonte: Isfol 2010)

J-Flex 4.U per il Planning


Il Responsabile della programmazione della produzione

E' colui che coordina le operazioni di sua competenza, garantendo gli obiettivi produttivi, qualitativi e in termini di costi. Egli controlla la conduzione di tutte le macchine, i parametri di funzionamento, la loro pulizia e il loro stato di funzionamento. Sovrintende all’addestramento pratico del personale, valutandone l’idoneità, partecipa ai programmi migliorativi dei processi produttivi, in continua relazione con l’area commerciale e con le aree industrializzazione, ingegneria, qualità e sviluppo.
I compiti principali del responsabile della programmazione della produzione sono il mantenimento e il miglioramento della performance del processo produttivo, e quindi:

  • definire i requisiti di produttività, qualità, sicurezza e organizzazione del lavoro
  • garantire i piani di convalida e monitoraggio di strumenti, macchine, impianti e processi
  • programmare la produzione
  • gestire l’approvvigionamento dei componenti e delle materie prime, le scorte di materiali, dei semilavorati e dei prodotti finiti
  • ottimizzare le risorse
  • promuovere la realizzazione di prodotti semilavorati o finiti.

(Fonte: Isfol 2009)

J-Flex 4.U per il Planning


Ruoli operativi

Nell'ambito dei processi di pianificazione e schedulazione della produzione, è inoltre fondamentale il ruolo svolto da figure operative che intervengono in specifici processi quali, ad esempio:

  • Il Pianificatore Materiali
  • Il Pianificatore Lavorazioni
  • Il Programmatore della Produzione
  • Il Programmatore Conto Lavoro
     

J-Flex 4.U per il Planning


 

La soluzione Role-based di J-Flex 4.U per i Processi di Planning

Grazie all’innovativa interfaccia Role-based, la nuova release J-Flex 4.U mette a disposizione funzionalità di analisi e controllo studiate per i vari ruoli aziendali.
Tali funzionalità possono essere attivate sia nell'applicazione di ingresso al sistema, sia in specifici cruscotti configurabili, attraverso interfacce multi-pannello.
Il singolo ruolo aziendale può disporre pertanto di funzioni, informazioni e indicatori in tempo reale, utili per lo svolgimento della propria specifica attività.
Esempi di informazioni e funzioni disponibili con J-Flex 4.U in ambito Advanced Planning & Scheduling sono:

  • Andamento del Livello di Servizio ultimi N mesi
  • Livello di Servizio Attuale
  • Avviso Ordini in Ritardo
  • Andamento Saturazione Centri di Lavoro ultime N settimane
  • Andamento Ore e Valore delle Lavorazioni Spostate Esternamente
  • Valore del Wip ultime N settimane
  • Andamento Ritardi in Consegna ultime settimane
  • Stato Attuale Mancanti per Linea nei Prossimi N giorni
  • Aderenza Esecuzione/Schedulazione Settimana Precedente
  • ecc.

Schermata software J-Flex 4.U

Libertà di configurazione: FOR YOU!

Grazie all'elevata configurabilità della nuova interfaccia di J-Flex 4.U, l'utente non si limita a poter selezionare il proprio ruolo scegliendo tra quelli studiati da Tecnest e preconfigurati sul sistema, bensì ha la completa libertà di configurazione e personalizzazione del proprio ruolo e dei propri cruscotti operativi. Utilizzando i Tools applicativi FOR YOU, infatti, ciascun utente, può modificare autonomamente un ruolo esistente o costruire da sé i propri pannelli di lavoro, selezionando dalla tavolozza delle applicazioni quelle di suo interesse e adattandole alle proprie esigenze.